Articolo taggato “olio”


Sono di quelle frittelle datate dal tempo,  ma sempre in uso nelle nostre tavole.

Le ho preparate usando due uova che ho battutto insieme a due cucchiai di zucchero semolato,  a mezza bustina di lievito di birra secco sciolto in pochissimo latte caldo insieme a mezzo cucchiaino di zucchero. Ho unito poi due patate di media grandezza, precedentemente lessate e schiacciate  e 100 g di ricotta. 
Sempre mescolando ho aggiunto quattro cucchiai di farina bianca e per finire ho unito l’uvetta sultanina precedentemente reidratata.
Quindi ho unito la vaniglia. L’impasto deve risultare abbastanza sodo.
Ho lasciato riposare il composto per circa quaranta minuti.

Con l’aiuto di un cucchiaio ho fritto le frittelle in olio caldo profondo, consiglio quello
di arachide perchè ha una maggiore resistenza e non si degrada alle alte temperature.
Dopo averle scolate le ho sistemate ad asciugare su carta da cucina, poi le ho passate
dallo zucchero semolato.

Le frittelle sono ottime sia calde che il giorno dopo.

Tag:, , , , , , ,

Comments 1 Commento »

Sono stuzzicanti e senza dubbio piacevolissime.

Si tratta delle olive ascolane, e le ho preparate nel modo che segue:

(continua…)

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments 1 Commento »

 

(continua…)

Tag:, , , , , , , ,

Comments Commenti disabilitati

(continua…)

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Commenti disabilitati

Se desiderate preparare dei peperoni da conservare in vasetto ecco come procedere.

Peperoni arrostiti sott?olio

Ingredienti:

2 kg di peperoni gialli e rossi
olio d?oliva q. b
Sale q. b.

preparazione:

Dopo aver lavato e asciugato i peperoni tagliateli a falde, privateli dei loro semini e scottateli alla piastra.Salateli.
Lasciate che si freddino e poneteli in un barattolo di vetro, aggiungete del sale e olio d?oliva sino a coprirli del tutto.
Chiudete il barattolo ermeticamente e riponeteli in un luogo asciutto e buio.
Per una maggiore sicurezza fate bollire a bagnomaria i barattoli per 20 minuti dal momento nel quale l’acqua prende il bollore.
Potete servirli dopo un mese dalla preparazione.

Riferimenti: sale e olio d’oliva

Tag:, , ,

Comments 1 Commento »