Archivio della categoria “Cucina”

trenette alle cozze con pomodoro (2)
Un buon piatto di pasta con le cozze è sicuramente stuzzicante e gradito ai più. Non è complicato da preparare e senza dubbio è poco  costoso. Dopo aver lavato le cozze privandole del filetto e raschiandole con una spazzola le ho lasciate aprire sul fuoco vivace in una pentola con qualche spicchio di aglio tagliato grossolanamente e qualche cucchiaio di olio extra vergine. Appena si sono aperte ho spento il fuoco e le ho tenute da parte. In un largo tegame ho lasciato imbiondire uno spicchio di aglio insieme ad una mezza cipolla tritati finemente in un pò di olio extra vergine d’oliva. Ho unito i pomodori pelati triturati grossolanamente e lasciato cuocere a fuoco vivace dopo aver unito un pò del liquido di cottura delle cozze precentemente filtrato, aggiustando di sale. Quando il sugo si è ristretto ho unito le cozze sgusciate lasciandone qualcuna completa delle sue valve. Ho cotto e scolato al dente le trenette unendole al sugo di cozze e pomodoro. Saltato velocemente sul fuoco e servito spolverizzando con prezzemolo tritato insieme ad una macinata di pepe nero.

trenette alle cozze con pomodoro

Tag:

Comments Commenti disabilitati

seppia in umido

Questo è un periodo nel qualle le seppie atlantiche si trovano con facilità presso i banchi delle pescherie ed una che raggiunge il peso di un chilo e ottocento grammi direi che si può definire grande. La polpa si presenta spessa e risultano tenerissime.
Dopo averla eviscerata e privata della sua pelle l’ho tagliata a listarelle e sistemata in tegame dove precedentemente avevo lasciato appassire la cipolla tritata finemente.
Ho lasciato insaporire la seppia con la cipolla e dopo circa cinque minuti ho unito i pomodori pelati triturati grossolanamente. Ho salato pochissimo e portato a cottura a fuoco dolce con il coperchio rimestando di anto in tanto.
Trascorso il tempo di cottura, circa trenta minuti, le seppie sono pronte per essere servite sistemate su un letto di polenta fumante.

seppia in umido (2)

Tag:

Comments Commenti disabilitati

verdure al forno

Gli ingredineti di questo piatto possono variare a seconda dei gusti, e magari con quello che abbiamo in casa si riesce a creare un ottimo contorno.
Ho lavato le verdure: peperoni gialli, zucchine, cipolle, patate e le ho tagliate a tocchetti.
Le ho sistemate in una teglia da forno, un pizzico di sale insieme a qualche cucchiaio di olio extra vergine d’oliva ed una generosa manciata di origano diventano il condimento. verdure al forno (2)
Mescolato il tutto e portato a cottura in forno caldo a 220 gradi.

verdure al forno (3)

Comments Commenti disabilitati

cotechino fagioli al tonno e purè

Capita di trovare nella dispensa ancora una confezione di cotechino rimasto in attesa di essere mangiato dal passato natale. E portarlo in tavola è la cosa meno faticosa che si possa realizzare in cucina. La sua preparazione va eseguita seguendo quella riportata nella sua confezione, per il contorno ho preparato il classico purè ed insieme ad esso ho voluto esagerare aggiungendo al piatto dei fagioli di spagna preparati nella seguente maniera:
ho lasciato imbiondire un pò di cipolla insieme ad uno spicchio di aglio in due cucchiai di olio extra vergine d’oliva. Vi ho unito i fagioli in scatola scolati dal loro liquido e sciaquati bene sotto il getto d’acqua fredda e mescolato per insaporire. Ho poi unito tonno sott’olio ed un paio di pomodori pelati triturati grossolanamente.
Un pizzico di sale e lasciato sul fuoco per circa dieci minuti. Ho servito il cotechino a fette insieme ai fagioli ed al purè, ovviamente tutto caldo e fumante.

Tag:, ,

Comments Commenti disabilitati

pasta e ricotta
Questo che suggerisco è un primo piatto decisamente veloce da preparare e di antiche usanze mai dimenticate. Devo ammettere che sino a qualche tempo fa non mi piaceva per nulla, ora al contrario, sarà per via del tempo che avanza o per semplice nostalgia, fatto sta che è entrato nelle mie grazie.
Mentre cuoce la pasta, possibilmente del tipo corto come penne, farfalle o altro va preparato il sugo nel modo che segue: in una terrina va sistemata la ricotta e va rimestata aggiungendo qualche cucchiaio di acqua della cottura della pasta creando una crema morbida. Si aggiusta di sale e si amalgama alla pasta appena scolata.
Va servita subito insieme ad una macinatina di pepe nero; a chi piace può spolverizzare la pasta alla ricotta con parmigiano grattugiato.
A piacere si può servire con una cucchiaiata di sugo di pomodoro.
pasta ricotta e sugo di pomodoro

Tag:,

Comments 1 Commento »

Pasta al (torciglioni )al forno

Si sa che la pasta al forno è uno di quei piatti di sicuro successo, poichè fa festa e piace sicuramente a tutti.
Questa l’ho preparata nella maniera classica. Condito la pasta (in questo caso ho usato i torciglioni) al dente con un buon ragù di carne a lunga cottura, con uova sode tagliate a tocchetti, con dei formaggi misti a bassa stagionatura, e per finire con dell’ottima mortadella al pistacchio. La superficie va ricoperta di parmigiano grattugiato e portata a cottura in forno caldo a 220 gradi per circa venti minuti.
Pasta al (torciglioni )al forno (3)

Il risultato è davvero buono. Diventa una pasta al forno con molta personalità.
L’inusuale sapore deciso della mortadella ne diventa la peculiarità emergente.
E’ da provare.

Pasta al (torciglioni )al forno (2)

Tag:

Comments 1 Commento »

pasta e ceci (2)

Questo è un piatto semplice e gustoso, e soprattutto genuino.
Per prima cosa bisogna tener conto che la sua preparazione ha inizio il giorno prima di essere servito, nel senso che i ceci come tutti i legumi hanno bisogno di rimanere in ammollo in acqua fredda per una notte intera.
Vanno poi cotti a fuoco dolce insieme ad una costa di sedano, una carota, uno spicchio di aglio per circa tre ore. A questo punto possiamo procedere alla prerparazione della pasta e ceci. Ho affettato un pezzo di porro tagliato finemente e lasciato appassire insieme a qualche cucchiaio di olio extra vergine d’oliva. Ho unito i ceci insieme a qualche mestolo del loro liquido di cottura e portato a bollore. Ho unito la pasta del tipo corto, in questo caso la mia scelta è caduta sui gnocchetti sardi. Ho aggiustato di sale e portato a cottura. Servito quindi nei piatti insieme ad un filo d’olio extra vergine d’oliva ed una manciata di prezzemolo tritato fresco.

Tag:, ,

Comments Commenti disabilitati

lasagne ai carciofi
Oggi propongo un buonissimo primo piatto sicuramente appetibile ed apprezzato anche dai vegetariani.
La sua preparazione va eseguita iniziando con la cottura dei carciofi.
Dopo aver liberato i carciofi dalle sue brattee ho tagliato i cuori a spicchi e portati a cottura trifolati con aglio e prezzemolo tritato, aggiungendo un pochino di acqua e sale.
A cottura ultimata li ho frullati con il minipimer lasciandone una parte interi. Ho preparato la besciamella ed ho iniziato a cuocere la sfoglia di pasta all’uovo.
Sulla teglia ho inserito qualche cucchiaio di besciamella sul fondo inziando così a sistemare il primo strato di pasta che ho condito nella seguente sequenza:
uno strato di besciamella, uno di crema di carciofi, qualche carciofo a spicchio, prezzemolo tritato e parmigiano grattugiato sino ad esaurimento di tutti gli ingredienti. L’ultimo strato va rifinito soltanto con besciamella, qualche carciofo e a piacere prezzemolo tritato e parmigiano.
lasagne ai carciofi (4)
La lasagna va portata a cottura in forno caldo a 220 gradi per circa venti minuti
lasagne ai carciofi (2)
e servita subito calda e fumante.

lasagne ai carciofi (3)


Ingredienti:

lasagne all’uovo, sette sfoglie
otto cuori di carciofo
uno spicchio di aglio
prezzemolo tritato fresco
besciamella, circa mezzo litro
parmigiano grattugiato
sale

 

Con questa  ricetta partecipo a questa simpatica iniziativa:

Tag:,

Comments Commenti disabilitati

frittata asparagi uova soda
E’ una frittata saporita e dal gusto particolare regalato dagli asparagi verdi.
Dopo aver sbollentato questi ultimi in acqua leggermente salata e raffreddati, li ho tagliati a tocchetti e uniti alle uova
battute. Ho salato e unito il prezzemolo tritato fresco e trasferito il tutto in una padella calda.
Precedentemente avevo preparato un uovo sodo che ho tagliato a fettine sottili e sistemato alla superficie
della frittata prima di girarla.
A cottura ultimata la frittata può essere servita a piacere calda o tiepida.

Gli ingredienti per due persone:

tre uova
un uovo sodo
200 g di asparagi verdi
prezzemolo tritato fresco
sale

Tag:,

Comments 3 Commenti »

(continua…)

Tag:

Comments Commenti disabilitati